Monica Cimbro

CategoriaVolontario Internazionale

Monica Cimbro

Angola

Condividi questa scheda:

Monica Cimbro, in Angola con Associazione Educatori Senza Frontiere Onlus - Socio FOCSIV

Monica Cimbro nasce il 30 giugno 1964 in un piccolo paese dell’hinterland milanese da una famiglia numerosa che nel corso degli anni ha contribuito alla storia e allo sviluppo del piccolo paese sia da un punto di vista politico che economico. Figlia primogenita di 4 fratelli e sorelle. Le porte della sua casa sempre aperte, meta di amici, conoscenti, persone in cerca di consigli, feste, riti contadini, il parroco in visita, il sindaco per una partita a carte. Cosi l’infanzia scorre con gli occhi aperti a quel pezzo di mondo che non l’ha chiusa fra le mura di casa. L’adolescenza all’ombra del campanile, tra catechismo, sport, animazione, la chitarra come compagna, i gruppi di adolescenti, il basket praticato, tifato e poi insegnato a varie squadre femminili. La giovinezza tra lo studio alla Facoltà di Medicina e Chirurgia a Pavia (dove poi si è trasferita).

La specializzazione in Farmacologia e sempre uno sguardo al volontariato, al mondo. Il lavoro, la formazione, la gestione di progetti complessi in terre lontane. L’appartenenza ad Educatori senza Frontiere, i primi viaggi come medico a sostegno di realtà difficili. Da li in poi denominata “LA DOTTORA”. Madagascar, Honduras, Angola, Etiopia: formazione ai formatori, corsi di igiene agli adolescenti, presidi sanitari. Fino alla decisione di lasciare il lavoro in azienda come Marketing Manager per seguire quella che era stata un’intuizione di gioventù. Salutare i colleghi di un bel pezzo di vita, la famiglia, gli amici più cari.

Destinazione l’Angola, in quel pezzo di mondo martoriato da guerre civili. In una città piccola, martire della guerra angolana. Un pugno di ragazzini di strada senza padre né madre. Un piccolo presidio sanitario privo di medicinali di prima soccorso. Lei medico, con il giuramento di Ippocrate stampato nell’anima, decide di dedicare energie, risorse, competenze, camminando a fianco dei locali, stabilendo relazioni di fiducia, ponendo le basi per costruire un progetto che ha come obiettivo l’educazione, occasione di riscatto ai tanti torti e mali subiti per guardare al futuro con occhi diversi.


Leggi gli articoli di Monica 

Leggi cosa dicono di lei, le testimonianze 

L'arte della compassione - riflessione per equipe internazionale (di Monica Cimbro)